Skip to main content

Code Pride - Fiero del mio codice

Essere fieri del proprio codice è difficile (e controproducente se si è egotici) per un programmatore: spesso è brutto, fatto in fretta, per necessità abbozzato e mai più rivisto. Senza considerare poi che il codice vero e proprio lo vedranno poche persone, e che più spesso verrà usato da persone che dovranno solo manutenerlo, e per questo ti odieranno.
butto il codice nel cestino finchè totoro guarda
Totoro esprime correttamente il mio stato attuale

Facendo quindi una conta sommaria di quello che in 13 anni di lavoro può succedere se ne fanno tante:
  • Scrivere codice orribile
  • Lavorare con codice orribile
  • Usare software orrendo (visual source safe su tutti)
  • Appassionarsi di concetti che non userai mai
  • Garantire retro-compatibilità a dir poco "tediose"
  • Odiare il proprio hardware
  • Odiare l'hardware dei clienti
  • etc
Ma per quanto la somma di tutti questi fattori possa andare al positivo o al negativo, nella mia vita di programmatore posso dire che una cosa è stata più importante di tutte le altre:


Essere utile alle persone che usano il mio codice

Ogni programmatore un giorno realizza che il prodotto del suo lavoro non è una commodity per chi lo usa ne un asset per l'azienda che lo vende. A tutti gli effetti il codice è lo scarto tra l'ingegno di chi l'ha creato e la soluzione finale fornita: per tutti gli stakeholders il codice è una serie potenziale di problemi da gestire, di per se non rappresenta alcuna soluzione.

eppure

Quando il tuo codice viene in media giornalmente usato da minimo un centinaio di persone, quando sai che il tempo extra che hai regalato al progetto per affinare il risultato oltre alle richieste contrattuali significa un'esperienza utente migliore, quando sai che la passione che sta alla base di quelle disperate linee di codice era sincera e motivata da un buon team che ti accompagnava in quel percorso li cominciano le soddisfazioni.

Quando poi realizzi che il tuo lavoro, nel suo piccolo, ha ispirato altri a migliorarsi (anche se volevano semplicemente scrivere codice migliore del tuo), che le soluzioni proposte si sono rivelate giuste (anche se nessuno te lo dirà mai), che sta facendo andare meglio importanti realtà italiane, sociali e non, li si può tranquillamente dire di essere fieri del proprio codice.

Credeteci o no, ma sono soddisfazioni. Grazie a tutti quelli che mi hanno accompagnato in questi anni e che continuano a farlo: comincia una nuova avventura!

Dedicato a voi, che avete capito cosa intendo!

totoro che sorride felice

Comments

Popular posts from this blog

Oreo Etichetta

Oggi spieghiamo come leggere l'etichetta di un prodotto alimentare! visto che la nostra parte presissima per i pc ha rotto momentaneamente le scatole, è meglio tornare alle cose serie, ovvero cibo.


Eccoci di nuovo con i nostri oreo ( perdonate la nostra fissa per sti biscotti ma ci hanno scioccato abbastanza),però questa volta saremo più tecnici.
La confezione blu profondo ( come il film: vorrebbe far paura al consumatore forse ??!? ) sullo scaffale era attraente e le forti immagini ammalianti: non potevamo non commentarla!
Tralasciando le istruzioni d'uso particolari, in secondo luogo abbiamo notato la fantastica percentuale di cacao di cui si vanta grazie ad un bel punto esclamativo!
7% -.-
beh non sembra una gran cosa, tenendo conto che il biscotto si presenta di un colore scurissimo, quasi nero. Ma cosa da quel bel colore?? ( sempre se si possa considerare bello visto che è colore.. hem)
Ma per capire meglio è necessario leggere l'etichetta giusto?
Notiamo che l'ingredien…

Scrivere in cinese usando i pinyin sul Mac

Si avvisa la gentile clientela che questo post sarà ad alto tenore informatico livello utonto.

Per questo spero sarà utile a chi deve risolvere in modo facile il problema dello scrivere lettere latine pinyin (con i cosidetti toni).
Questo metodo inoltre sarà utile per scrivere la trascrizione in romaji di tutte le pronunce delle parole giapponesi (con gli allungamenti).
Mi dispiace affiancare questi due linguaggi che tanto meritano una trattazione separata per storia e uso attuale, però lo scopo del post è arrivare in velocità alla soluzione per chi scrive e legge solitamente in italiano col proprio mac, non per i linguisti...

Finalmente Notepad++ Plugin Manager x64

Arriva infine su windows il plugin manager a 64 bit di notepad++!


Vi siete trovati senza plugin quando per errore avete installato la versione a 64 bit del miglior editor open source di testo per windows?

Eravate rimasti sgomenti dal fatto che nell'installer il plugin manager non è più incluso?



Non sapevate più come indentare i vostri JSON e XML, come decodificare l'encoding delle URL o come confrontare in velocità due files?
Beh ecco a voi come ripristinare il plugin manager!